PONTE MILI, FUMATA NERA

Di primo mattino, si riaccende la questione sul ponte di Mili Marina, e sorprendentemente, apprendiamo, con rammarico, quanto riportato, nell’ampio ed esaustivo servizio che Tempostretto.it ha dedicato alla faccenda, menzionando il nostro Commissario Provinciale MS-FT:

“Era stato Salvatore Piconese, primo fra tutti, facendosi portavoce di tutta la comunità, a ribadire più volte la necessità di intervenire urgentemente, presentando anche un esposto in Procura. Lo scorso settembre, alcuni calcinacci erano caduti sopra una macchina”.

E ancora si legge: “Dopo l’esposto in Procura presentato negli scorsi mesi da Salvatore Piconese, rappresentante del Msi Fiamma Tricolore, ieri pomeriggio la sezione Pg del Corpo Forestale, i tecnici del Comune ed i Vigili del Fuoco di Messina sono tornati a Mili Marina per effettuare un sopralluogo. Pompieri e tecnici hanno finito gli accertamenti ed il ponte è rimasto chiuso al traffico, con non pochi disagi per tutta la circolazione”.

Prosegue: “La scia di polemiche che ne scaturì, però, fece fatica ad andar via. Salvatore Piconese, primo fra tutti, facendosi portavoce dell’intera comunità, ribadì più volte la necessità di intervenire urgentemente, presentando anche un esposto in Procura. Oggi, Piconese si dichiara soddisfatto perché la vittoria è stata ottenuta nonostante non fossimo presenti in nessuna delle istituzioni messinesi deputate alla salvaguardia del territorio”.

Ma dulcis in fundo, l’articolo, si conclude con un nulla di fatto, poichè risulta tutto anomalo, ai dirigenti del Comune: “Sembra comunque che la storia di Ponte Bianco sia destinata a durare. Gli esiti dei carotaggi eseguiti la scorsa settimana dai tecnici del Comune, infatti, hanno dato risultati positivi: la struttura è “solida”.  Parole di sconcerto, per la chiusura del Ponte Bianco, giungono dall’assessore De Cola che si è detto “sorpreso perché per quanto in possesso degli uffici comunali non sussistono le ragioni per una chiusura al traffico. L’Amministrazione sta delineando l’intervento da effettuare sul ponte e il dipartimento Lavori Pubblici ha realizzato le prove sui materiali, le prove di carico che sono state effettuate secondo i carichi previsti dalle normative e anche una analisi strutturale per confrontare i risultati rilevati con i risultati dell’analisi teorica.Per quanto in nostro possesso non vi sono ragioni per chiudere al traffico il ponte. Nella giornata di domani faremo avere alla polizia giudiziaria e ai VV.F. tutta la documentazione in nostro possesso da cui si evince come non ci siano pericoli per la tenuta strutturale del ponte”. (Veronica Crocitti)

E quindi? Dopo la beffa anche il danno? Ne vedremo davvero delle belle, visto che da Settembre 2014, si era parlato di Fondi TASI per la sua ristrutturazione, vedi link a riguardo: http://www.tremedia.it/territorio/s-o-s-territorio-il-ponte-di-mili-marina-a-due-mesi-dallintervento-dei-vigili-del-fuoco-ancora-non-e-stato-messo-in-sicurezza-permane-anche-la-discarica-nel-torrente http://www.gazzettadelsud.it/news//110053/Ponte-pericoloso-a-Mili–chiuso.html e ancora: “Il capogruppo Udc Mario Rizzo nonché consigliere comunale, ha annunciato la completa disponibilitá da parte del comune. I fondi Tasi serviranno alla ristrutturazione dell’opera civica in completo dissesto”, riportato nel senguente link: http://messina.newsgo.it/2014/09/ponte-mili-marina-pericolante-chiuso-viabilita/ Interessante anche questo video: https://www.youtube.com/watch?v=6LUrbBg1Ez4

Qui invece, il link dell’articolo di stamane: http://www.tempostretto.it/news/esposto-procura-sopralluogo-vvf-ponte-mili-dal-rischio-crollo-agli-ultimi-esami-struttura.html

Non è possibile, restare in questa situazione, senza che qualcosa di reale, venga finalmente svolta per la messa in sicurezza del ponte e dei suoi stessi abitanti. I lavori finora effettuati, per ripulire l’intera discarica nel letto del fiume, segnalata da noi, ed effettuata con successo, non deve essere l’ultimo passo per una riaffermazione di decoro urbano.

Continuiamo a guardare ai lavori finiti del ponte di Galati, altro Villaggio sempre sulla Vecchia Nazionale, che tempo fa è stato buttato giù e ricostruito nuovo di sana pianta. Perchè, invece, Mili Marina deve convivere con lo spettro precario di questa impalcatura?

Seguono in aggiornamento articoli di stampa della giornata:

http://www.messinaoggi.it/News/Messina/Cronaca/2015/05/27/Ponte-di-Mili-Marina.-Al-via-i-lavori-22110.html

Si ringrazia, come sempre, la Gazzetta del Sud, che anche stamane, ha ignorato il nostro lavoro, (vedi foto); seguono altre due foto degli ultimi “lavori” che stanno facendo …

10421293_1473561569601212_417150875483676953_n10408797_1473561552934547_2766876603135604989_n 11350550_1473561542934548_2474301892178886547_n

Si dice sorpreso, l’Assessore De Cola, per la chiusura del ponte, poichè non sussistono le ragioni per la chiusura al traffico”, in un articolo pubblicato da poco sul CittadinodiMessina.it http://ilcittadinodimessina.it/news.asp?idz=4&idsz=0&idn=41533  http://www.nuovosoldo.it/2015/05/26/chiusura-al-traffico-del-ponte-di-mili/

Altra ciliegina sulla torta questo articolo appena pubblicato: http://www.normanno.com/politica/i-vigili-del-fuoco-chiudono-il-ponte-di-mili-de-cola-ma-perche/ “Da mesi i consiglieri circoscrizionali, i residenti, la Procura della Repubblica, su richiesta di Salvatore Piconese della Fiamma Tricolore, discutono sulla sicurezza del ponte. Esposti sono stati presentati anche alla Prefettura. Ieri pomeriggio, i Vigili del Fuoco hanno deciso per la chiusura, dovuta alla precarietà in cui si trova la struttura”. E conclude De Cola: “Nella giornata di domani – annuncia – faremo avere alla polizia giudiziaria e ai VV.F.F. tutta la documentazione in nostro possesso da cui si evince come non ci siano pericoli per la tenuta strutturale del ponte”.

 

PONTE MILI, FUMATA NERAultima modifica: 2015-05-27T09:04:16+02:00da msfiammamessina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento